menù
IT
Esposizione dei Lavoratori a Rumore e Vibrazioni
L'art. 190 del D.Lgs.81/2008 obbliga il datore di lavoro ad effettuare una adeguata valutazione del rumore all'interno del proprio plesso aziendale per individuare i lavoratori esposti al rischio e attuare di conseguenza gli appropriati interventi di prevenzione e protezione della salute.
 
Il rischio deve esser valutato attraverso un addetto qualificato in tutte le aziende in cui siano presenti lavoratori subordinati o equiparati ad essi, a prescindere dal settore produttivo.
 
La valutazione è completa quando:
  • Definisce i livelli di esposizione e i livelli di picco degli esposti a più di 80 dB(A) e 135 dB(C);

  • Individua i fattori accentuanti il rischio;

  • Individua le aree delle macchine a forte rischio;

  • Definisce le misure tecniche e organizzative di contenimento del rischio (il PARE);

  • Valuta l’efficienza e l’efficacia dei dispositivi di protezione individuali uditivi, se preventivamente forniti ai lavoratori.

La valutazione del rumore deve confluire nel più generale Documento di valutazione dei rischi.

 

► RISCHIO ESPOSIZIONE dB(A) LIVELLO DI PICCO dB(C)
  • Rischio trascurabile: LEX ≤ 80 | Lpicco ≤ 135
  • Basso: 80 < LEX ≤ 85 | 135 < Lpicco ≤ 137
  • Medio: 85 < LEX ≤ 87 | 137 < Lpicco ≤ 140
  • Inaccettabile: LEX > 87 | Lpicco > 140 
Loading…